AIM Italia, Mercato alternativo del capitale, è un mercato italiano gestito da Borsa Italiana Spa attivo dal 1° Marzo 2012, ideale per quelle PMI dinamiche interessate a raccogliere capitale di rischio. Da quando è stato lanciato, il mercato AIM è stato apprezzato per la sua flessibilità, la semplicità di accesso, i requisiti di permanenza.

Oggi sul mercato AIM ci sono tantissime PMI ad alto potenziale, aziende che in fase di ammissione hanno raccolto capitale prettamente in aumento di capitale, aziende che detengono saldamente il controllo. Questo ci conferma come alcune delle caratteristiche richieste in fase di ammissione quali il flottante mino del 10 percento con almeno cinque investitori istituzionali o un bilancio certificato secondo secondo i principi contabili, il fatto che le aziende siano accompagnate da un Nomad sia in fase di ammissione che per tutta la vita da società quotata, rispondano perfettamente alle esigenze delle PMI.

Tra le principali novità si segnala l’introduzione, dal 2016, di un nuovo segmento del mercato AIM Italiadenominato AIM Professional.

Nato per soddisfare le esigenze di listing di una platea più ampia di emittenti, tra cui PMI nnovativestartup e scaleup, il nuovo segmento dell’AIM Italia è indirizzato principalmente a: società che non abbiano immediate esigenze di raccolta di capitali, che preferiscano attendere condizioni di mercato migliori rispetto a quelle che si sono trovate ad affrontare in sede di offerta o che desiderino aumentare la loro visibilità con gli investitori prima di procedere con un’offerta.

Tale segmento consente infatti di separare la fase di ammissione da quella della raccolta di capitali e, in particolare di non completare la fase di collocamento contestualmente o in prossimità della fase di ammissione alle negoziazioni, usufruendo dell’esenzione prevista dall’articolo 6 delle Linee Guida del Regolamento AIM Italia;

Quali sono cinque buoni motivi per quotare una PMI in borsa:

  1. l’accesso al capitale; per la realizzazioni dei propri programmi di crescita sono necessarie risorse. Oggi è finalmente possibile, anche per le PMI, accedere al mercato dei capitali alternativo e complementare a quello bancario, che in Italia costituisce ancora il 95 percento del credito alle aziende. Da una recente ricerca pubblicata dalla banca d’Italia la presenza in Italia di quasi 2.800 PMI con caratteristiche ampiamente idonee alla quotazione a fronte di un risicato numero di aziende che stanno davvero scegliendo questa strada. Esiste sull’altro fronte un ammontare di risorse da investire enorme. Questo potenziale è attualmente sprecato.
  2. visibilità. La quotazione in borsa presuppone un processo altamente trasparente durante il quale ogni fase è soggetta ad adeguata comunicazione esterna, comunicazione che continua anche nella fase successiva dando immediata e positiva visibilità alle vicende aziendali, ai suoi prodotti ed ai suoi servizi.
  3. attrattività; l’aumento di attrattività per altri investitori dopo la quotazione sia rispetto al mercato equity che a quello bancario; in altre parole la quotazione in borsa permette all’azienda di godere immediatamente di una posizione di privilegio nei confronti dei competitor. L’attrattività possiamo considerarla come diretta conseguenza della crescita reputazionale.
  4. accelerazione della crescita: la quotazione in borsa migliorata sensibilmente l’immagine esterna regalando alla società neo-quotata maggiori opportunità di aggregazione e di partnership capaci di accelerare i processi di crescita;
  5. crescita organizzativa; il perseguimento di un deciso progresso sul fronte della trasparenza e struttura di governance; La quotazione in borsa spinge in alto il livello del management facendogli acquisire sempre più conoscenza e consapevolezza e spingendolo verso una crescita organizzativa.

Oggi il mercato AIM sta esprimendo risultati sempre più interessanti attirando società di qualità ed una platea di investitori sempre più vasta. E’ dunque un momento particolarmente proficuo per le aziende che vogliano fare il salto di qualità confrontandosi con i mercati e farlo con l’aiuto di C&G Capital, partner di Borsa Italiana, significa farlo con un’azienda in forte crescita che ha dimostrato di essere tra le più dinamiche e adatte ad accompagnare le PMI italiane nell’accesso al mercato dei capitali, come testimoniano i dati ufficiali che l’attestano ai primi posti in Italia come numero di emissioni e valore.