Prendersi carico della difficile missione di aiutare le imprese a raggiungere i propri obiettivi realizzando i propri programmi di sviluppo è complesso ed al pari gratificante, ma altrettanto lo è salvare le aziende dal default evitando o risolvendo crisi d’impresa che più sovente di quanto immagiamo possono essere risolte con metodo manageriale, rispetto al quale la parte finanziaria si rivela spesso cruciale.

C&G Capital, con la sua squadra in continua crescita ed evoluzione, mi permette di fruire di esperienza e soluzioni anche nel campo della crisi d’impresa, momento certo non felice di un’azienda, ma talvolta anche giusta occasione di rilancio e di successo. Tant’è che in questi giorni lo staff ha puntualmente aggiornato il proprio profilo Linkedin con le ultimissime novità sugli ultimi provvedimenti legislativi in materia di crisi d’impresa.

Nel proprio intervento sullo spazio social, caratterizzato dalla nota sapienza comunicativa e soprattutto chiarezza espositiva, la società C&G Capital, partner di Borsa Italiana, spiega le “Nuove soluzioni che incentivino le imprese ad individuare le alternative percorribili per la ristrutturazione o il risanamento aziendale e così intervenire sugli istituti di soluzione concordata della crisi per agevolare l’accesso alle procedure alternative al fallimento esistenti“, indicando in modo preciso gli obiettivi della riforma: 1) Salvaguardare la capacità imprenditoriale; 2) Consentire di individuare in anticipo i segnali di difficoltà e agire in tempo utile per evitare il fallimento; 3) Ridurre i costi delle procedure concorsuali, tutto ciò come conseguenza del decreto governativo. entrato in vigore il 25 agosto 2021 che prevede l’introduzione dell’istituto della composizione negoziata della crisi (i cui articoli istitutivi si applicheranno a decorrere dal 15 novembre 2021), che rappresenta un nuovo strumento di ausilio alle imprese in difficoltà finalizzato al loro risanamento. Si tratta di un percorso di composizione esclusivamente volontario e caratterizzato da assoluta riservatezza, a cui si accede tramite una piattaforma telematica. 

All’imprenditore si affianca un esperto, terzo e indipendente e munito di specifiche competenze, al quale è affidato il compito di agevolare le trattative con i creditori necessarie per il risanamento dell’impresa indroducendo – continua C&G Capital – un si sistema di allerta un sistema di allerta alla pronta emersione della crisi con la chiara priorità alla continuità di impresa. E’ prevista l’istituzione di un albo dei soggetti abilitati a svolgere funzioni di gestione e controllo della crisi; Nasce così una nuova figura a disposizione dell’impresa, il negoziatore.

In questo contesto di cambiamento economico e legislativo nascono quindi nuove figure per seguire l’azienda nel percorso di ristrutturazione e si necessitano strumenti finanziari innovativi per garantire la continuità di impresa.

Risulta sempre più centrale la figura del commercialista che, attraverso la formazione e la volontà di reinventarsi, diventa punto di riferimento per l’imprenditore. I Kredit Finder – professionisti specializzati in strumenti di finanza alternativa – risulteranno un partner strategico fondamentale in questa fase, aiutando il commercialista nella scelta delle soluzioni di adatta al progetto aziendale.

Potete contattarmi per una consulenza dedicata, analizzeremo il bilancio societario e le possibili aree di intervento. La forza di un team di professionisti di primo livello sarà a vostra disposizione.

Si ringrazia il team di C&G Capital ed in particolare il Dott. Alessio Tonin per le preziose fonti di informazione.